Interpretando la decadenza

Dreams (2012) - "Sogni" di Vittorio Corcos (1896)

Dreams (2012) e “Sogni” di Vittorio Corcos (1896)

Pittura e fotografia. Nella prima la realtà viene creata partendo da uno spazio vuoto e poi riempita con idee, colori, concetti: tutto è nella mente o nel cuore del pittore ancora prima che sulla tela e il suo prodotto non sarà mai una riproduzione fedele del reale, anche quando si volge verso esso, ma una sua complessa mediazione tra manualità, ispirazione e visione. Nella fotografia la realtà  deve esistere concretamente per essere rappresentata, sia che si tratti di una realtà colta al volo, sia che sia preparata da chi scatta tramite uno studio di luci, espressioni, soggetti ed oggetti costruiti. Anche in questo caso esiste prima di tutto nella mente e nel cuore del fotografo, ma lo scatto coglie sempre “materia viva” congelandola per sempre in un istante.

Continua a leggere