Buon Compleanno Flickr!

Spread the love
Flickr

I loghi di Flickr

Questo febbraio Flickr, lo storico portale di condivisione di fotografie, compie 10 anni. Era il febbraio 2004 quando il servizio online creato dalla Ludicorp, e poi acquistato da Yahoo nel 2005,  appare su Internet contribuendo da quel momento a far crescere una generazione di fotografi amatoriali, e non, ed offrendo una fantastica vetrina internazionale per mostrare i propri lavori, farsi conoscere, condividere emozioni, ricordi, tecniche e vite. Non erano molte le possibilità antecedenti per far vedere ad un pubblico potenzialmente illimitato quello che eravamo capaci… o incapaci di fare con la fotografia. Le foto rimanevano chiuse tra familiari e poche cerchie di amici, generando poco confronti e molti apprezzamenti “addomesticati”.  Con l’avvento di Flickr, invece, se una foto faceva schifo o era un capolavoro te ne accorgevi subito. L’unico impegno che dovevi mettere era costruire un rete sociale di fotografi sparsi nel mondo con cui confrontarsi.

Amicizie, amori, collaborazioni sono nate tramite Flickr. Ha unito persone di tutto il mondo solo con l’unico comune denominatore della fotografia. Facendo scoprire talenti che tramite il portale poi sono divenuti famosi, creando stili, contaminazioni e mode fotografiche, costruendo famiglie nel vero senso della parola (ne conosco un numero incredibile),  generando campanilismi tra fotografi di città diverse (come quello per esempio tra il gruppo romano Romamor e quello milanese di Milanouel!W), migliorando l’uso dell’inglese di molti di noi appassionati di fotografia italiani e regalandoci l’opportunità di viaggiare per incontrare fotografi con cui avevamo solo condiviso amicizie ed apprezzamenti virtuali.

Negli ultimi 4 anni il crescere di popolarità di Facebook, come portale social a 360 gradi, ha intaccato numeri, traffico e frequentazione di Flickr, ma solo in parte. Il fenomeno ha assunto nuove forme, nonostante lo si desse per morto, privato in gran parte del suo aspetto social, i numeri sono continuati a crescere.  E’ probabilmente diventato un fenomeno meno social ma ancora più fotografico, restando sempre e comunque un importante riferimento per quello che riguarda la fotografia via Internet a dispetto dei numerosi competitors che sono nati negli anni, Instagram compreso. Il tutto aiutato dalla sempre maggior diffusione e facilità di utilizzo delle macchine fotografiche.

Probabilmente i tempi d’oro sono finiti, la grossa crescita e il grosso confronto fotografico che c’è stato nel periodo che va dal 2006 al 2010 non potrà essere ripetuto, non con questa non formula, non da Flickr. Ma i favolosi utenti-pioneri di Flickr, qualsiasi cosa stiano facendo al momento sono certo che  lo ricordano come una delle esperienze più divertenti, meno settarie e chiuse nel mondo social. Specie se confrontato poi con attuale predominio di Facebook che tende sempre più ad escludere, creare “rumore” e appiattire sfruttando mille interessi, ma in pratica non approfondendone nessuno.

Hijack to Heaven

Una foto dell’utente Pensiero su Flickr (2007)

Attualmente Flickr vanta circa 2 milioni di gruppi tematici di discussione, su qualsiasi aspetto vi venga in mente della fotografia, e circa un milione di nuove foto pubblicate ogni giorno, molte delle quali in libero uso tramite licenza Creative Commons. Photo Editors di tutto il mondo continuano a cercare ed acquistare immagini editoriali tramite Flickr. Il nuovo recente restyling da parte di Yahoo ha contribuito poi  a rilanciare il servizio e a motivare ulteriormente gli utenti, anche tramite la possibilità di utilizzare uno spazio pressocchè limitato.

Flickr continua ad essere un punto di riferimento per centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo, tiene traccia del nostro modo di fotografare del passato confrontandolo con quello di ora, ci ricorda cronologicamente le amicizie, gli amori, i “litigi”, le invidie fotografiche del passato e ancora più importante lavora come nostra memoria storica delle nostre vacanze, viaggi ed esperienze.

In parecchi dobbiamo molto a questo portale, io per primo, e virtualmente vorrei spegnere le 10 candeline di un compleanno anche nostro con tutti quelli che lo hanno vissuto, scambiando, se ne avete voglia, le vostre esperienze nei commenti qui sotto.

Io ero e sono Pensiero… e voi?

Commenti (3)

  1. Per me flickr è importantissimo, in particolare la possibilità di visualizzare e commentare gli exif delle foto con chi le ha scattate mi ha dato l’opportunità di capire e imparare moltissime cose. Grazie a flickr ho sperimentato cosa sia veramente una “community of learners” (al di là delle definizioni da manuale che per lavoro incontro) incentrata su una passione comune, per non parlare della possibilità di polemizzare e conoscere dal vivo i “contatti” del gruppo Romamor. Concordo con la trasformazione post facebook: ha de-socializzato flickr, riportandolo su contenuti più fotografici. Ma è anche vero che i gruppi si sono spostati, lasciando finestre aperte tra flickr e fb. Non ho ancora capito se sia un bene o un male, ma comunque buon compleanno flickr!
    Corscri Daje Tutti (dal maggio 2006)

  2. Per me Flickr ha significato veramente tanto. Appassionata di fotografia fin da piccola, mi ha spinto ad acquistare una reflex, il che mi ha dato la possibilità di sperimentare, imparare, migliorare. Poi ci sono state le uscite con i gruppi (il citato Romamor, per esempio) e la febbre delle foto: una specie di “gara” a chi coglieva l’attimo migliore, a chi faceva la “foto del secolo”, condita sempre da tante risate e tanti bei momenti trascorsi insieme. Sono nate amicizie, alcune durate nel tempo e che ancora reggono. Sono nate storie d’amore. Grazie alla fotografia e a Flickr ho conosciuto una persona speciale, con cui ho scattato moltissime foto, in giro per il mondo.
    Oggi magari i nostri scatti si sono limitati parecchio, per mancanza di tempo e occasioni, ma compensiamo con la gioia di aver ricevuto il dono più bello: il nostro adorato bambino, che mostra già una piccola passione fotografica 😉

  3. Momento irripetibile, mi ha lasciato un’eredità fatta di conoscenze fotografiche e reti di amicizie davvero incredibile, in Italia e nel mondo. Sono tuttora incapace di staccarmene, anche se l’esperienza è molto diversa.
    Il gruppo torinese DieciCento è tuttora abbastanza attivo nonostante l’erosione di Facebook.

Comments are closed.