Chi diavolo è Elmo Tide?

Pagina Flickr di Elmo Tide

La pagina Flickr di Elmo Tide

Magari non c’è mai stata un’America, magari c’erano solo i film di Capra. 
(John Cassavetes)

Elmo Tide è uno degli autori fotografici più misteriosi su internet degli ultimi anni. Non solo perché non si conosce la sua identità, ma soprattutto per le strane caratteristiche stilistiche e di contenuto delle sue foto.

Ma andiamo con ordine. Nel 2008 compare  su Flickr, uno dei portali di riferimento della fotografia mondiale amatoriale e non, una pagina di un utente che si fa chiamare Elmo Tide. Questa pagina viene aggiornata con foto in bianco e nero, non più di due volte l’anno in media. Di questo autore, che solleva subito molta curiosità tra gli appassionati, non si sa praticamente nulla, se non un nome che probabilmente è solo uno pseudonimo o un anagramma, che probabilmente fotografa in pellicola e che non risponde alle mail. All’unico tentativo di intervista che gli si riesce a fare nel 2010, risponde con frasi ad effetto e per lo più criptiche.

La domanda vera è come mai tutti cercano Elmo Tide? Di autori anonimi e pieno il mondo della fotografia su Internet. Ma Elmo ha un caratteristica che lo rende del tutto peculiare, il contenuto delle sue foto.

Immaginate Federico Fellini che cammini a braccetto con David Lynch in una America di Frank Capra. Queste sono le foto di Elmo Tide, in cui si riconosce la stessa mano autoriale nei diversi, non moltissimi, contesti che compaiono nelle sue 126 immagini. Pubblicate su Flickr, e presenti solo lì a nome suo. Foto apparentemente ambientate, dai pochi particolari che si leggono, a Los Angeles.

Si osservano scene in parte surreali, in parte grottesche  ambientate di un’America dei nostri giorni, ma con atmosfere sospese in un’idea anni ’50. Lottatori sul ring, parchi di divertimenti, scene di strade spesso notturne con visi sospesi in azioni imperscrutabili e molto altro. Sono foto che colpiscono, per molti versi inquietano, descrivono un passato nel presente, visioni oniriche di persone che sembrano non essere mai esistite. In ogni foto c’e’ uno dei segreti della fotografia, raccontare più di quello che si percepisce con gli occhi. Storie interrotte che continuano nella nostra mente.

In una foto c’e’ un cavallo bianco, mosso, che corre  e un luna park all’orizzonte, che sembra direttamente uscito da un film di Fellini e poi spogliarelliste, tatuatori, militari, uno di questi in particolare che guarda in macchina con sguardo enigmatico, perso, stordito, sofferente che racconta muto una storia da film americano del passato.

Fatevi un giro tra le foto di Elmo Tide e fatevi sorprendere da una dimensione parallela di un realtà inquieta ed iconografica americana. E se qualora riusciste a scoprire chi si nasconde dietro Elmo, mi raccomando non ditelo a nessuno…

Qui il link alla sua pagina Flickr.